Archivio | Europa e mondo

Tags: , , , , , , ,

Arriva il fondo di “redenzione” per il debito in eccesso. Ma tutto dipenderà dall’esito delle elezioni europee

Luigi Pandolfi - 10 maggio 2014

Che nell’ideologia del rigore oggi dominante nel processo di costruzione europea ci fosse una componente “moralistica”, per non dire addirittura religiosa, l’avevamo capito da un pezzo. Dietro la partizione dell’Unione in paesi “virtuosi” e paesi “spreconi” c’è sempre stata, al di là del dato economico e finanziario in senso stretto, un’idea del debito come “colpa”, […]

Commenti

Tags: , , , , , , ,

Potenza e limiti della BCE

Enrico Sergio Levrero* - 06 maggio 2014

1. Ci sono alcune indicazioni circa la potenza ed i limiti della politica monetaria in particolare nell’ambito dell’attuale struttura istituzionale europea che si possono ricavare dal Rapporto Annuale della BCE.[1] La potenza della BCE trova manifestazione negli interventi che dal 2011 ad oggi hanno riportato sotto controllo i tassi dell’interesse nell’area dell’euro evitando di fatto […]

Commenti

Tags: , , , , ,

Dichiarazione globale per il pluralismo in economia

redazione economiaepolitica.it - 05 maggio 2014

Noi di economiaepolitica.it abbiamo accolto l’invito a sottoscrivere l’appello promosso da studenti di Europa e di tutto il Mondo a favore della pluralità della ricerca e dell’insegnamento nell’economia politica perché siamo convinti che sia necessario arginare l’influenza del mainstream neoclassico-liberista che continua a fornire una giustificazione culturale alle politiche di austerità in Europa e in […]

Commenti

Tags: , , , , , , , ,

Le conseguenze della crisi per le famiglie e le imprese

Monica Montella, Franco Mostacci* - 02 maggio 2014

In assenza di una politica fiscale comune, e privi di sovranità sulla loro politica monetaria e del cambio, gli stati europei, caratterizzati da una struttura economica eterogenea, hanno reagito in maniera differente alla crisi economica. Ciò ha finito per aumentare le differenze tra di essi creando di fatto situazioni di forti vantaggi per alcuni e […]

Commenti

Tags: , , , , , , , , , ,

L’esempio USA: una politica espansiva contro la disoccupazione

Angelantonio Viscione - 30 aprile 2014

L’Italia e l’Unione europea scelgono di affrontare la crisi del 2008 con politiche di austerità, in particolare con tagli alla spesa pubblica, e di ignorare appelli contrari come la Lettera degli economisti che già nel 2010 mette in guardia sulle conseguenze in termini di elevata disoccupazione e sui rischi di tenuta dell’eurozona. Negli Stati Uniti, […]

Commenti

Tags: , , , , , , ,

The Western World in the Wealth Trap*

Alberto Russo - 22 aprile 2014

After years of austerity, the economy does not restart, unemployment is rising and government budgets are worsening (even in countries such as Spain with a low public debt-to-GDP ratio before the “financial crisis”). Policy makers have intervened to “save” the capitalist system, even through bank bailouts (thus provoking a consequent increase in public debt). Is […]

Commenti

Tags: , , , , , , , , ,

Finland in front of the euro crisis

Patrizio Lain - 14 aprile 2014

In this article it is examined whether Finland’s losses in cost-competitiveness and “structural problems” offer a credible explanation for the sluggish growth and whether wage moderation and fiscal austerity offer a way out of the crisis. In 2009 Finland faced one of its biggest annual contractions in economic activity. The Finnish GDP dropped 8,5 % […]

Commenti

Tags: , , , , , , , ,

I paradossi dell’austerità. La Finlandia nella crisi dell’euro

Patrizio Lain - 14 aprile 2014

[English version] Questo articolo vuole esaminare se le perdite della Finlandia in competitività da costi e i “problemi strutturali” spieghino la scarsa crescita del Paese, e se le politiche di moderazione salariale e austerità fiscale offrano una strada per uscire dalla crisi. Nel 2009 la Finlandia ha fronteggiato una delle sue più grandi contrazioni annuali […]

Commenti disabilitati

Tags: , , , , , , , ,

Cos’è il Quantitative Easing e che effetti può avere

Giancarlo Bergamini*, Sergio Cesaratto** - 03 aprile 2014

La settimana scorsa, alcune dichiarazioni possibiliste di Jens Weidmann, governatore della Bundesbank e membro del consiglio direttivo della Banca Centrale Europea (BCE) con fama di falco, hanno alimentato fra gli operatori dei mercati finanziari l’aspettativa di imminenti misure di stimolo volte a scongiurare i rischi di cali generalizzati dei prezzi e dei redditi (la temuta […]

Commenti

Tags: , , , , , , , ,

L’euro dei Nazi e il nostro

Giorgio Gattei* - 24 marzo 2014

Sembra che la Grande Germania, ritornata soggetto geopolitico egemone in Europa, stia realizzando attualmente la prospettiva immaginata dai politici e dagli economisti nazisti per il loro dopoguerra vittorioso: di rendersi esportatrice netta di merci verso una periferia monetariamente subalterna ad una moneta unica che allora sarebbe stato il marco e adesso è l’euro. Alla metà […]

Commenti

Tags: , , , , , , , ,

L’Occidente nella trappola della ricchezza

Alberto Russo - 14 marzo 2014

[English version] Dopo anni di austerità, l’economia non riparte, la disoccupazione aumenta e i conti pubblici peggiorano (anche in paesi, come la Spagna, con un basso rapporto tra debito pubblico e pil prima della “crisi finanziaria”). I policy maker sono intervenuti per “salvare” il sistema, anche con salvataggi bancari (e un conseguente aumento del debito […]

Commenti

Tags: , , , , , , ,

Le cause reali del calo dello spread

Alessandro Morselli* - 02 marzo 2014

La riduzione dello spread sotto i 200 punti base, tra il rendimento dei Btp decennali italiani e quello dei Bund decennali tedeschi può essere un fattore positivo, poiché di solito è il frutto di una riduzione dei tassi di interesse sui titoli di Stato che pertanto tende a migliore la sostenibilità del debito. Nella realtà, […]

Commenti

Tags: , , , , , , , ,

Le conseguenze del surplus tedesco

Luca Gemmi - 26 febbraio 2014

La locomotiva tedesca proprio non ne vuole sapere di rallentare. L’enorme surplus tedesco, che già aveva allertato Stati Uniti e Commissione Europea lo scorso autunno, ha raggiunto nel 2013 la cifra record di €198,9 miliardi (superando anche i €195,3 pre-crisi del 2007). Anche il Segretario del Tesoro statunitense Jacob Lew ha ribadito che “politiche per […]

Commenti

Tags: , , , , , , , ,

Le illusioni di Maastricht e l’Europa reale

Luigi Pandolfi - 21 febbraio 2014

Sono passati ormai più di vent’anni da quel 7 febbraio del 1992, quando i paesi pionieri della Comunità europea firmavano il trattato istitutivo della nuova Europa. Nel frattempo sono cambiate tante cose, a cominciare dalla percezione del processo di integrazione. Si può dire che un ciclo si è ormai irrimediabilmente chiuso? Sul piano storico il […]

Commenti

Tags: , , , , , , , , ,

Vulgar Theories and Economic Perspectives

Amit Bhaduri, Nadia Garbellini, Ariel Wirkierman* - 08 febbraio 2014

[ITALIAN VERSION] In order to understand what might happen in 2014 it is necessary to start from a theoretical statement: in our times, theories survive in a ‘vulgar’ form, and are used to justify opposite policies than originally intended. The vulgar version of Keynesian effective demand theory to which politicians turn in times of recession […]

Commenti disabilitati

Tags: , , , , , , , , , ,

Teorie volgari e prospettive economiche

Amit Bhaduri, Nadia Garbellini, Ariel Wirkierman - 08 febbraio 2014

[ENGLISH VERSION] Per comprendere cosa potrà accadere nel corso del 2014 all’economia mondiale occorre partire da una considerazione squisitamente teorica: di questi tempi le teorie sopravvivono in una forma “volgare” e vengono utilizzate per giustificare politiche opposte a quelle per le quali erano state originariamente pensate. La versione volgare della teoria keynesiana della domanda effettiva […]

Commenti disabilitati

Tags: , , , , , , , , ,

Gli scenari dell’euro

Enrico Grazzini - 11 gennaio 2014

La Commissione dell’Unione Europea per la prima volta in base al trattato Two Pack della UE ha revisionato la legge italiana di bilancio imponendo al governo Letta di garantire la diminuzione più rapida del deficit pubblico. E’ sempre più chiaro che Parlamento e governo italiano non decidono quasi più nulla della politica economica nazionale. I […]

Commenti

Tags: , , , , , , , ,

L’Europa della tecnocrazia e quella dei popoli

Alessandro Morselli* - 12 dicembre 2013

La globalizzazione nella sua versione iperliberista ha prodotto lo svuotamento del potere degli Stati nazionali, dei loro popoli, e l’appropriazione da parte delle tecnocrazie europee di elementi decisionali rilevanti in tema di politica economica. Né a livello globale, né a livello europeo sono state costruite istituzioni e regole per sviluppare processi democratici degni di questo […]

Commenti

Tags: , , , , , , , ,

Una politica per crescere: catturare la domanda globale

Sergio Parrinello - 06 dicembre 2013

Quando si pone il problema delle politiche dell’offerta lo si fa solitamente per riproporre ricette di politica economica che invocano il contenimento del costo del lavoro e la riduzione della spesa pubblica. Si è in altri termini posseduti da una versione moderna della Treasury view sposata incautamente da Winston Churchill nel 1929. Eppure progettare politiche […]

Commenti disabilitati

Tags: , , , , , , , , ,

Il baratto del governo sulla legge di stabilità

Luigi Pandolfi - 25 novembre 2013

A sentire le parole del presidente Letta e del titolare del dicastero dell’economia sembrerebbe che l’Italia abbia deciso di disobbedire ai diktat di Bruxelles in tema di contenimento della spesa, concedendosi qualche licenza dal lato delle politiche espansive finalizzate alla crescita del Pil e dell’occupazione. “La legge di stabilità non si tocca” ha dichiarato con […]

Commenti