Robin Hood a Palazzo San Giacomo. Il libro

La redazione - 06 dicembre 2010

È in uscita in anteprima a Napoli il libro di Riccardo Realfonzo – coordinatore di www.economiaepolitica.it – dal titolo “Robin Hood” a Palazzo San Giacomo. Le battaglie di un riformatore al Comune di Napoli, pubblicato dalla Tullio Pironti Editore. Riportiamo di seguito il testo della quarta di copertina:

Non illudiamoci: anche dopo Tangentopoli la politica italiana non ha seriamente affrontato la “questione morale”. E la Seconda Repubblica non è immune dalle corruttele e malversazioni che fecero sprofondare la Prima. E non sembra esserne immune nemmeno il centrosinistra che, soprattutto nelle amministrazioni locali del Sud, ha spesso ricercato il consenso gestendo il potere in modo clientelare.

Ne sono prova le battaglie condotte da Riccardo Realfonzo, un economista indipendente e progressista che nel gennaio del 2009 si è trovato a ricoprire l’incarico di assessore tecnico al bilancio del Comune di Napoli, vale a dire nella città in cui la cattiva amministrazione della cosa pubblica ha forse raggiunto il suo culmine. L’obiettivo dell’economista a Palazzo San Giacomo era di render concreto il suo slogan: “rigore nel pubblico per la difesa del pubblico”. Ma ai suoi tentativi di riforma, finalizzati a risanare le casse comunali e a restituire servizi pubblici locali dignitosi ai concittadini, il Palazzo ha risposto con un muro di gomma. E al momento delle dimissioni e delle polemiche sui media, nel dicembre di quello stesso anno, il sindaco Rosa Iervolino si è difesa sostenendo che Realfonzo pretendeva di fare il “Robin Hood”: un’utopia (o un peccato mortale), evidentemente, provare ad abolire sprechi e privilegi per restituire diritti negati ai napoletani.

Questo libro racconta le vicende di quell’anno, entusiasmante e travagliato. Una lettura per certi versi drammatica ma anche carica di ironia, con uno stile narrativo a tratti persino divertente, che farà discutere e che chiama all’appello la Napoli migliore e il migliore Mezzogiorno, lasciando viva la speranza di un riscatto.

Per informazioni e la rassegna stampa sul libro si rinvia al sito www.riccardorealfonzo.it .

7 Commenti per questo articolo

  1. donata r. Says:

    Eccellente. Conosco poco le vicende di Napoli, ma sono curiosa di capire perchè tutto vada a rotoli in quella splendida città. L’esempio classico è quello dei rifiuti. Il libro di Realfonzo, uno studioso che leggo spesso, è una occasione che non perderè.

  2. claudiag85 Says:

    Lo comprerè di sicuro. Realfonzo è stato il miglior docente che abbia mai avuto.

  3. claudio serafini Says:

    Ho letto i primi 5 capitoli. Qui si capisce com’è che i servizi pubblici nel mezzogiorno funzionano cosà male molto meglio che in dieci manuali di economia…

  4. rosario Says:

    Ho letto il libro di Realfonzo. Straordinariamente interessante. Uno spaccato sulla malapolitica napoletana che dovrebbe fare riflettere davvero la sinistra. Da far leggere nelle scuole.

  5. mauro calise Says:

    Anche io l’ho letto e sono rimasto stupito. Un vero e proprio atto di accusa contro le corruttele che, come è evidente dal libro, ci sono anche nel centrosinistra. I vari Vendola, Bersani e Di Pietro dovrebbero riflettere. Il Mezzogiorno grida vendetta e chiede servizi pubblici efficienti! Per iniziare dai rifiuti! Complimenti al prof.Realfonso.

  6. renacross Says:

    Si, va bene, il libro è interessante. Ma per quale ragione Realfonzo ha accettato quell’incarico? Cosa si aspettava di trovare? Il suo libro conferma, certo con coraggio, quanto era giè chiaro a quanti avevano seguito le vicende di Bassolino-Iervolino. O no?

  7. Davide Rosato Says:

    Dopo le tristissime primarie napoletane ora quanto affermato nel libro di Realfonso non può essere negato da nessuno. E infatti anche nel Pd si accusa il sistema clientelare che ha gestito in questi anni il Comune di Napoli e prima la Regione Campania. Complimenti a Realfonzo.