Italia: arriverà la ripresa?

L’Italia è stato il primo Paese europeo a subire gli effetti dell’epidemia da Covid-19, e il rapido aumento nei decessi ha spinto il governo ad adottare una strategia di contenimento basata sulla chiusura (lock-down) delle attività economiche non essenziali, con un inevitabile impatto (asimmetrico) sul livello del reddito e della produzione.Con la graduale riapertura della maggior parte delle attività nel terzo trimestre ci si aspetta una ripresa, anche se è difficile valutarne la portata caratterizzato da totale incertezza dovuta ad uno shock di grandi dimensioni e senza precedenti storici, proponendo uno stimolo di politica fiscale che contribuisca a sostenere la ripresa dell’economia, senza portare il debito pubblico su un sentiero insostenibile rispetto al PIL.

I vantaggi del finanziamento diretto del debito da parte della BCE. Risposta all’Osservatorio dei Conti Pubblici Italiano

La situazione di crisi legata alla pandemia e le possibili ripercussioni economiche globali, stimate su livelli nettamente più altre rispetto alla crisi del 2008 ed alla relativa coda, […]

Il mercato del lavoro in Italia prima dello tsnuami Covid-19….e dopo?

The measures in support of income that the Government and Regions have implemented, in an initial phase for some categories, an important but not at all influencing signal for growth in employment. We must intervene through “agile” public and private investments; production deficit, intelligent employment, for example in online services thanks to new technologies, which has the courage to eliminate occupational fouling and convert entire generations of workers used to stamping the tag.