Comunicato stampa: nasce “Economia e politica”

Comunicato stampa: nasce “Economia e politica”

4
Stampa questo articolo Stampa questo articolo
CONDIVIDI

Il 10 dicembre 2008 verrà presentata a Roma la rivista online Economia e politica, che sarà consultabile all’indirizzo new.economiaepolitica.it.

La rivista si propone di fornire al grande pubblico una voce autorevole e indipendente, in grado di elaborare una critica documentata alle principali decisioni di politica economica di questi anni: le privatizzazioni, le deregolamentazioni del mercato del lavoro e dei mercati finanziari, le politiche di bilancio e monetarie restrittive, i tagli allo stato sociale. La rivista intende mostrare che tali politiche non godono di un adeguato supporto scientifico e che esiste una vasta letteratura, perlopiù trascurata dai media, la quale evidenzia che quelle politiche hanno spesso ridotto il benessere collettivo ed aumentato gli squilibri economici. Economia e politica intende dare spazio a questo patrimonio di analisi critica con l’intento di contribuire ad elaborare proposte di politica economica e sociale, alternative rispetto alle ricette neoliberiste diffusesi in questi ultimi anni anche tra forze politico-culturali tradizionalmente progressiste.

La rivista pubblicherà articoli, interviste e video dal linguaggio chiaro e accessibile. Lo scopo è di fornire spunti di riflessione e pungoli per il continuo sviluppo del dibattito di politica economica, nazionale e internazionale.

Economia e politica nasce su impulso di un gruppo di economisti accademici e studiosi di scienze sociali i quali negli ultimi anni hanno animato diverse iniziative finalizzate a rilanciare l’economia politica critica. La rivista sarà coordinata da Riccardo Realfonzo, professore nell’Università del Sannio e promotore nel 2006 dell’appello degli economisti contro le politiche di bilancio restrittive e a favore della stabilizzazione del rapporto tra debito pubblico e Pil. La redazione sarà composta da Bruno Bosco, Luigi Cavallaro, Sergio Cesaratto, Roberto Ciccone, Guglielmo Forges Davanzati, Francesco Garibaldo, Sergio Marotta, Rosario Patalano, Massimo Roccella, Roberto Romano e Antonella Stirati. Emiliano Brancaccio sarà consulente editoriale. La rivista si avvale inoltre di un autorevole consiglio scientifico, composto dal sociologo Luciano Gallino e dagli economisti Pierangelo Garegnani e Augusto Graziani.

La rivista online Economia e politica verrà presentata a Roma mercoledì 10 dicembre 2008. Nell’occasione si svolgerà un dibattito tra Pier Luigi Bersani e Paolo Ferrero sul volume L’economia della precarietà, pubblicato dalla Manifestolibri (2008). Introduce Riccardo Realfonzo, modera Gabriele Polo (Roma, Centro Congressi Cavour, Palazzetto delle Carte Geografiche, via Napoli 36, ore 17,30).

Contatti: redazione@economiaepolitica.it; tel.: 3456085850.

4 Commenti

  1. Benissimo e grazie prima ancora di cominciare a leggervi e utilizzarvi.
    Ci� che ci presentate e via via farete � esattamente quel di cui c’era assoluto bisogno e di cui potremo usare per rinsanguare il dibattito politico a sinistra, ultimamente noioso, autoreferenziale, solo metodologico.
    La crisi strutturale e tragica dell’economia mondiale che ci sta distruggendo richiede risposte e proposte chiare, semplici,efficaci: proprio per questo difficili da definire e ineludibilmente di grande spessore.
    Vi aspettiamo dunque a questo appuntamento per poi combattere assieme.
    Buon lavoro

    La redazione risponde:
    Grazie, faremo del nostro meglio!

  2. Sono d’accordo con la vs iniziativa, seguo con interesse il dibattito e le vicende economiche e sociali, e spesso noto con disappunto che sui principali media (per esempio in trasmissioni televisive di approfondimento politico molto seguite come Ballar�), si considera e si da voce unicamente agli economisti liberal (giavazzi, alesina, boeri, salvati, ricolfi, ecc), prendendo per certezze scientifiche le loro opinioni, senza dare bench� il minimo spazio ad una corrente di pensiero diversa, come quella a cui aderite voi economisti di stampo Keynesiano, o comunque non liberal.
    Auguri, vi seguir� con attenzione, spero di vedervi qualche volta a Ballar�!

    La redazione risponde
    :
    Grazie per gli auguri, ce la metteremo tutta.

  3. Grazie per la vostra meritoria iniziativa che arricchisce ed eleva il dibattito scientifico e contribuisce in maniera preziosa a divulgare le nozioni fondamentali di politica economica. Devo anche sottolineare come le vicende odierne testimonino in modo inconfutabile che il liberismo non � stato, non � e non sar� mai in grado di assicurare il corretto funzionamento dell’economia di mercato, e che forse l’accoppiata Marx/Keynes andrebbe riabilitata e riscoperta, soprattutto nelle universit� e nella cosiddetta “comunit� scientifica”, oggi dominate dal “pensiero unico” ultraliberista.
    Mi auguro, nell’interesse della crescita della cultura economica in un Paese come l’Italia, che si sviluppi un fecondo e pacato confronto con analoghe realt� “on line” come “lavoce.info”e “nelMerito.com”, affinch� l’economia abbandoni ogni connotato di “scienza triste” e si trasformi invece in un affascinante e straordinario strumento di analisi e trasformazione della realt� e del vissuto quotidiano di ognuno di noi.

    La redazione risponde:
    Ti ringraziamo molto. Noi siamo pronti al confronto con le altre riviste online che tu citi. Sperando di non deludere tutti quelli che hanno salutato con entusiasmo la nascita di Economia e politica.

  4. Ho conosciuto questa iniziativa editoriale online da poco, ho apprezzato subito il taglio scientifico e i contenuti. Condivido la scelta di difendere l’approccio tecnico e la discussione consapevole sui grandi temi economici. Credo sia utile tornare a parlare di contenuti e promuovere la conoscenza tecnica sui temi di politica economica. Sono convinto che il mondo dell’informazione della nostra societ� (compreso internet e quanto si muove sulla rete) abbiano urgente bisogno di qualit� e di dibattiti di qualit� tesi a promuovere informazione e conoscenza. Credo di inserire nel piccolo blog che gestisco un link alla Vostra Rivista.
    Nel ringraziarVi per l’iniziativa, Vi auguro tanta buona sorte insieme ad un percorso lungo e autorevole.
    Castel Madama, 14 aprile 2009

LASCIA UN COMMENTO