ILVA: i costi della chiusura e le ragioni per nazionalizzarla

Roberto Polidori e Nadia Garbellini * - 19 dicembre 2014

La vicenda di ILVA deve essere l’occasione per discutere le conseguenze economiche e sociali delle politiche Europee. A chi afferma che ILVA non si può nazionalizzare perché i trattati non lo consentono, è possibile opporre numerosi argomenti, tanto politici quanto economici. Come riportato da Luigi Pandolfi, dal 2008 al 2013, mentre ingenti patrimoni privati venivano salvati […]

Leggi tutto

*Home Page, Editoriale, Europa e mondo, Politiche fiscali e di bilancio

L’austerità deprime. Ovvero la fallacia dell’ideologia tedesca

Gaetano Perone - 15 dicembre 2014

Come conferma anche il recente dietrofront del Fondo Monetario Internazionale [1], le politiche di austerità imposte dalla Germania in questi anni hanno determinato una pericolosa e progressiva erosione della domanda interna, senza alcun effetto positivo sulla crescita. Le numerose stime dei moltiplicatori fiscali[2] - che misurano l’effetto di una variazione della spesa pubblica sul pil - hanno ormai dipanato […] Leggi tutto

Commenti

*Home Page, Editoriale, Europa e mondo, Politiche fiscali e di bilancio

Sfondare il 3%? Meglio tardi che mai

La redazione di eep - 09 dicembre 2014

  L’economia italiana resta nel tunnel della recessione, la Commissione Europea bacchetta il Paese, Standard & Poor’s declassano il rating del Paese portandolo quasi al livello “spazzatura” e pare che – tra conferme e smentite – al governo si cominci a considerare l’ipotesi di varare una serie di misure espansive con le quali portare il […] Leggi tutto

Commenti

*Home Page, Europa e mondo, Moneta Banca Finanza

Un appello per uscire dalla crisi con l’emissione di moneta statale a circolazione interna

Enrico Grazzini, Stefano Sylos Labini - 06 dicembre 2014

Quella attuale è soprattutto una crisi deflattiva provocata dalla carenza di domanda: la politica europea ha costruito la “trappola della liquidità”. Il problema immediato è che il denaro non circola più e che le banche non fanno più credito alle famiglie e alle aziende. E che neppure lo stato può fare investimenti perché aumenterebbe il […] Leggi tutto

Commenti

*Home Page, Editoriale, Europa e mondo

Eurocrisi: il conto alla rovescia non si è fermato

Riccardo Realfonzo e Angelantonio Viscione - 02 dicembre 2014

L’opinione della Commissione Europea, secondo cui l’euro e le politiche di austerità avrebbero favorito una crescita equilibrata in Europa, è smentita dai fatti. Al contrario, dopo la crisi del 2007 i processi di divergenza tra le economie europee sono diventati sempre più impetuosi e il costo economico e sociale della permanenza nell’euro aumenta ogni giorno di […] Leggi tutto

Commenti disabilitati

*Home Page, Editoriale, Infrastrutture e trasporti

Quale riforma della portualità italiana?

Andrea Olivieri* - 01 dicembre 2014

Con la conversione del D.L. 133/2014, “Sblocca Italia”, entro pochi mesi dovrebbe essere adottato il Piano nazionale della portualità e della logistica che, almeno per ora, sarà l’unico risultato concreto del dibattito per un generale riassetto nella governance dei porti italiani. Riforma invocata da più parti e da diversi anni, che rischia ancora una volta […] Leggi tutto

Commenti disabilitati

*Home Page, Editoriale, Europa e mondo, Mercati competizione e monopoli, Mezzogiorni

Le delocalizzazioni italiane nei Balcani

Klodian Muco* - 24 novembre 2014

Le riflessioni sulla perdita di competitività delle imprese italiane sui mercati internazionali sono da lungo tempo all’ordine del giorno. Si è soliti attribuire questa situazione alla pressione fiscale eccessiva e al costo del lavoro nel mercato italiano. Su questa rivista sono spesso apparsi dei contributi che hanno individuato le ragioni di questo tracollo in altri […] Leggi tutto

Commenti

*Home Page, Editoriale, Europa e mondo, Mezzogiorni

La mezzogiornificazione europea non si risolve riducendo i salari

Carmen Vita - 17 novembre 2014

In un recente articolo, Krugman propone una «riflessione rivoluzionaria: forse invece di preoccuparci delle innovazioni di rottura faremmo meglio a dedicare più sforzi a fare bene qualunque cosa facciamo»[1]. Krugman sottolinea che la capacità competitiva della Germania dipende dall’elevato livello qualitativo dei beni prodotti, nonostante la «costosissima» manodopera, «per cui la gente è disposta a […] Leggi tutto

Commenti

*Home Page, Editoriale, Mezzogiorni, Moneta Banca Finanza

Le concentrazioni bancarie alimentano il dualismo Nord-Sud

Salvatore Perri - 12 novembre 2014

Prendendo in considerazione il periodo antecedente la crisi (1989-2007)[1] balza immediatamente agli occhi una sostanziale omogeneità territoriale del saggio di risparmio delle famiglie italiane: sostanzialmente da Nord a Sud non esiste una diversità “culturale” nella scelta fra risparmio e consumo. Inoltre, sorprendentemente, la regione che ha sviluppato il maggior tasso di crescita del numero di sportelli […] Leggi tutto

Commenti disabilitati

ALTRI ARTICOLI IN ARCHIVIO