Quanto ci costa il meccanismo di stabilità europeo

Il meccanismo permanente di stabilità MES[1] è uno dei pilastri dell’area euro per la stabilità della nuova governance economica europea[2]. Il MES è una entità non commerciale intergovernativa ed attualmente impiega circa 140 collaboratori[3]. Gli azionisti del MES sono i…Leggi tutto

L’amaro greco

Questo giovedì scade la tranche di 460 milioni di euro che la Grecia deve al Fondo Monetario Internazionale. Dopo aver affermato che tale pagamento era alternativo alla erogazione di salari pubblici e pensioni, il governo greco ha successivamente confermato il…Leggi tutto

Jobs Act e integrazione salariale

1. Criteri di delega in tema di integrazione salariale – La soverchiante attenzione dedicata dal dibattito pubblico al regime dei licenziamenti individuali e collettivi, nella legge delega 183/2014 e nel decreto legislativo, ha distratto da altri aspetti. In questa sede…Leggi tutto

Fuori dall’euro?

La moneta unica è sotto attacco in Italia e in Europa. Ad essa viene attribuita la responsabilità della crisi che soffoca l’economia europea. I partiti populisti, nazionalisti e xenofobi, fanno dell’uscita dell’euro il simbolo della loro strategia politica. Anche a…Leggi tutto

Ripensare le politiche per il Mezzogiorno

  Si lamenta spesso che il Sud non sia tra le priorità nell’agenda politica del governo. Un difetto d’interesse, questo, sintomo di quella mancanza di rappresentanza politica di cui, da tempo, soffrirebbe il Mezzogiorno[1]. Ma il problema dello sviluppo del…Leggi tutto

Europa politica o fine dell’euro

Ancora un contributo al dibattito sugli effetti di una uscita dall’euro scaturito dalla pubblicazione su Economia e Politica dello studio di Realfonzo e Viscione. Dopo i commenti di Biasco, del Keynes blog e di Zezza, è ora il turno di Mauro Gallegati…Leggi tutto

La stretta monetaria

Altro che effetti espansivi sulla crescita. Come sostenuto più volte su Economia e Politica, in assenza di una ripresa degli investimenti pubblici il quantitative easing della BCE non servirà a rimettere in moto l’economia. Sarà piuttosto uno strumento con il…Leggi tutto

Austerità ed economia sommersa nell’Eurozona

Nel 2013 la disoccupazione ha sfiorato il 12% nell’area euro, con punte del 26,1% per la Spagna e di 27,5% per la Grecia, mentre in Germania dopo la crisi la disoccupazione si è progressivamente ridotta, passando dal valore di 8,7% nel…Leggi tutto