L’euro e la mancata integrazione europea

L’introduzione della moneta unica europea è data da ormai oltre un ventennio, prendendo come evento iniziale la fissazione delle parità irreversibili tra le valute degli Stati aderenti alla prima fase di questo progetto (1998). Appare di qualche interesse investigare l’evoluzione economica…Leggi tutto

Grecia: un referendum contro il pilota automatico

No, non sarà certo questo l’ultimo capitolo della crisi greca. Eppure, si sta scrivendo in questi giorni ad Atene una pagina importante della storia europea. Per capirlo, occorre fare un passo indietro. Perché le tappe fondamentali di questa crisi sono…Leggi tutto

L’uscita dall’euro non è un tema da “oracoli”

La controversia sulla possibile implosione dell’attuale eurozona e sulle conseguenze di un abbandono della moneta unica risulta tuttora pervasa da un diffuso dogmatismo. I fautori dell’uscita dall’euro sono accusati di semplificare il problema e di restare volutamente nell’ambiguità per non…Leggi tutto

Uscire dall’euro non conviene all’Italia e all’Europa

Prosegue il dibattito sugli effetti di una uscita dall’euro promosso da economiaepolitica.it. Dopo l’intervento iniziale di Realfonzo e Viscione e i commenti di Biasco, del Keynes blog, di Zezza, Gallegati e Visco, interviene ora l’economista Paolo Guerrieri. A suo avviso,…Leggi tutto

La seconda guerra civile

Il Fatto Quotidiano ha già ricordato Oncle Bernard (zio Bernard, come si firmava), l’economista keynesiano che ha perso la vita durante l’attentato a Charlie Hebdo. Bernard Maris ci ha lasciato contributi di grande interesse, estremamente critici nei confronti delle politiche sostenute…Leggi tutto

La BCE a Napoli e il cavallo di Keynes

Se vi è una periferia delle periferie dell’eurozona, quella è Napoli. La distanza tra il dibattito che il Consiglio direttivo della BCE sta svolgendo nel Palazzo Reale di Capodimonte e la vita di ogni giorno nelle periferie europee non può essere colmato solo…Leggi tutto

L’Europa di oggi come quella di Versailles. Un monito degli economisti

C’era una volta la teoria dell’austerità espansiva. Elaborata in una serie di saggi pubblicati su prestigiose riviste internazionali a partire dagli anni ‘90, spesso a firma di economisti italiani, la teoria decantava gli effetti salvifici dei consolidamenti fiscali. Sosteneva che…Leggi tutto

Il monito degli economisti

La crisi economica in Europa continua a distruggere posti di lavoro. Alla fine del 2013 i disoccupati saranno 19 milioni nella sola zona euro, oltre 7 milioni in più rispetto al 2008: un incremento che non ha precedenti dal secondo…Leggi tutto