Il futuro d’Europa dopo la Brexit alla scuola estiva di Maratea

  La Brexit è solo un nuovo campanello d’allarme per una Unione Europea sempre più squilibrata e a rischio rottura. Da anni economiaepolitica.it ospita saggi e articoli scientifici, oltre che appelli firmati da economisti di tutto il mondo, allo scopo di diffondere una…Leggi tutto

Brexit e fine dell’euro. Il “monito degli economisti” aveva visto giusto

L’affermazione dell’“exit” al referendum britannico apre una crisi che oggi vede uscire il Regno Unito dall’Unione Europea e che in breve tempo potrebbe vedere sgretolarsi l’eurozona. È il caso di dire che i nodi vengono sempre al pettine, e per…Leggi tutto

L’amaro greco

Questo giovedì scade la tranche di 460 milioni di euro che la Grecia deve al Fondo Monetario Internazionale. Dopo aver affermato che tale pagamento era alternativo alla erogazione di salari pubblici e pensioni, il governo greco ha successivamente confermato il…Leggi tutto

Dal referendum anti-austerity la spinta a ripensare l’Europa

L’apertura del semestre italiano di presidenza dell’Unione e l’insediamento di Jean-Claude Juncker alla guida della Commissione non hanno introdotto elementi di novità sostanziale nell’approccio alle questioni europee più stringenti. Lo stesso dibattito che si è sviluppato sul tema della crescita…Leggi tutto

Bonus fiscale da 200 euro (non 80). Ecco come

da Left, 12 luglio 2014 Così cambierebbe la nostra vita senza il fiscal compact Un referendum mette in discussione il fiscal compact. Per liberare 77 miliardi bloccati dall’Europa dell’austerity. E investirli nel nostro futuro. L’Unione europea ha deciso di porre…Leggi tutto

L’Europa della tecnocrazia e quella dei popoli

La globalizzazione nella sua versione iperliberista ha prodotto lo svuotamento del potere degli Stati nazionali, dei loro popoli, e l’appropriazione da parte delle tecnocrazie europee di elementi decisionali rilevanti in tema di politica economica. Né a livello globale, né a…Leggi tutto

L’euro sta un po’ meglio, l’Europa no

Non è semplice ordinare le idee e dare una lettura chiara a ciò che è accaduto e sta accadendo in Europa. Si potrebbe affermare però che siamo entrati in una nuova fase con caratteristiche diverse rispetto a quelle di un…Leggi tutto

Dopo le elezioni italiane i compiti a casa li deve fare (anche) l’Europa

Sono convinto che i risultati delle recenti elezioni politiche in Italia siano un segnale chiaro e potenzialmente positivo per i paesi forti dell’Unione Europea, come la Germania e la Francia. Essi sono anche un ammonimento per quei politici italiani abituati…Leggi tutto