L’Italia mercantilista

Recentemente, il commissario straordinario alla revisione della spesa, Yoram Gutgeld, ha dichiarato che la spending review ha prodotto risparmi per 30 miliardi di euro negli ultimi quattro anni. Come lo stesso Gutgeld riconosce, ha consentito di ridurre l’indebitamento netto dal…Leggi tutto

L’eccezione tedesca che rende insostenibile l’Europa

  Nelle letture più attendibili sulla crisi in Europa, il rapporto squilibrato tra centro e periferia ha avuto sempre un peso rilevante. E’ ormai assodato, d’altronde, che alla radice dei problemi di alcuni paesi periferici, a cominciare dalla Grecia, ci…Leggi tutto

Eurozona, l’80% del surplus commerciale è tedesco

In Europa, sul fronte macroeconomico, la notizia di questi giorni è che le esportazioni vanno a gonfie vele. In effetti, gli ultimi dati forniti dalla Bce non lasciano spazio ad alcun dubbio: nel secondo trimestre di quest’anno, il saldo delle…Leggi tutto

Oltre il sogno, l’Europa possibile

In Principi di Scienza Nuova, Giambattista Vico scriveva che «Gli uomini prima sentono senz’avvertire; dappoi avvertiscono con animo perturbato e commosso; finalmente riflettono con mente pura». Se si escludono gli aspetti di metodo e di merito relativi al nuovo “piano…Leggi tutto

Chi salverà l’Italia?

Abbiamo ceduto sovranità all’Unione Europea senza che a ciò sia seguita una maggiore integrazione politica, su base democratica. Oggi la politica monetaria è controllata da una istituzione impermeabile alle sollecitazioni dei governi eletti dal popolo, mentre la politica fiscale è imbrigliata dai vincoli…Leggi tutto

La dittatura del debito in Europa e le possibili vie di fuga

E’ ormai un dato storico, oltre che economico, il fatto che la crisi finanziaria scoppiata a cavallo tra il 2007 ed il 2008 abbia avuto un effetto deflagrante sulla finanza pubblica dei paesi europei. Il mix di salvataggi bancari, austerity…Leggi tutto

Partire dal lavoro per rimettere in moto l’economia

Crisi, crescita, occupazione. E’ il trinomio che va per la maggiore nell’analisi della “situazione reale” oggigiorno. C’è da chiedersi, però: qual è l’effettiva relazione tra i tre termini? Viene prima la crescita e poi, di conseguenza, l’occupazione oppure è la…Leggi tutto

Dal referendum anti-austerity la spinta a ripensare l’Europa

L’apertura del semestre italiano di presidenza dell’Unione e l’insediamento di Jean-Claude Juncker alla guida della Commissione non hanno introdotto elementi di novità sostanziale nell’approccio alle questioni europee più stringenti. Lo stesso dibattito che si è sviluppato sul tema della crescita…Leggi tutto